BNL - BNP Paribas titolo 51.530 €+1.039 %

BNP PARIBAS loremipsumdolorloremip La banca per un mondo che cambia

Grandi calamità

Gli interventi nei momenti di maggiore bisogno

La Fondazione BNL, malgrado la sua vocazione nazionale, non rinuncia a tendere una mano nell’emergenza anche oltreconfine e ad ascoltare le richieste di aiuto e soccorso provenienti dai territori colpiti da tragedie o calamità naturali rispondendo prontamente con la sua rete di solidarietà. La Fondazione partecipa inoltre attivamente con il suo supporto alle campagne umanitarie di emergenze internazionali come in occasione del terremoto di Haiti o dei rifugiati in fuga dai confini siriani. 

 

 

Nel 2015, la Fondazione BNL ha aderito all'appello promosso dalla CARITAS di Benevento in seguito all'alluvione che ha colpito la città e le zone limitrofe, artecipando con l'acquisto di attrezzature alla piena ripresa delle attività didattiche per ragazzi dell'Istituto G. Moscati.

 

La Fondazione collabora anche con l’UNHCR, l’Ufficio dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, che opera da più di mezzo secolo a favore di quanti sono costretti a fuggire a causa di guerre, violenze o disastri naturali. Nel 2015 ha contribuito all'assistenza di oltre 40.000 sopravvissuti al sisma che ha colpito il Nepal con l'acquisto di bene di prima necessità. Quando nel 2010 il Pakistan è stato colpito da una tremenda alluvione, la Fondazione BNL ha risposto prontamente al suo appello (“Emergenza in Pakistan”) per consentire l’immediata fornitura e distribuzione a numerose famiglie pakistane dei necessari strumenti per l’autocostruzione di alloggi e di sopravvivenza. In Siria, dal 2012 l’UNHCR fornisce protezione e assistenza ai siriani costretti a lasciare il loro Paese a causa della grande crisi che sta attraversando. Sono quasi 2 milioni i rifugiati in fuga dai confini siriani, di cui 1 milione sono bambini, che vengono ospitati all’interno di veri e propri campi in Giordania, Turchia, Iraq. Nel 2013 la Fondazione BNL è intervenuta a sostegno dell’Organizzazione e con il suo contributo è stato possibile assicurare dotazioni di coperte termiche ad oltre 800 famiglie di profughi siriani.

Quando L’Aquila è stata colpita dal terremoto nel 2009, la Fondazione ha sostenuto la richiesta della Comunità 24 Luglio Onlus, dal 1980 punto di riferimento locale nella tutela e dignità dei disabili, contribuendo alla ristrutturazione dei locali del Centro diurno di accoglienza dedicato ai disabili psichici, reso impraticabile e totalmente inagibile.

Sempre in seguito al sisma in Abruzzo, la Fondazione BNL ha contribuito nel 2010 all’acquisto di mobili e attrezzature della Casa Famiglia Immacolata Concezione, che si dedica all’accoglienza dei minori disagiati ed emarginati di San Gregorio de L’Aquila, e nel 2011 all’acquisto degli arredi dei locali restaurati della Casa Madre Bambino, comunità impegnata ad accogliere le donne vittime di violenza fisica o psicologica insieme ai loro bambini.

Il terremoto, travolgendo l’intera città, ha colpito anche alcune famiglie di nazionalità francese lasciandole prive di qualsiasi assistenza. Nel 2009 la Fondazione BNL si è attivata per un sistema di aiuti coadiuvato dall’Associazione Dames de Saint Louis, attiva da sempre sul territorio e riconosciuta dal Ministero degli Esteri francese.

 

La Croce Verde di Viareggio, nata nel 1889 con la missione di organizzare, attraverso l’impegno e l’opera dei volontari, risposte concrete ai bisogni dei cittadini più deboli ed emarginati, ha ampliato nel corso degli anni il proprio raggio d’azione intervenendo anche in attività sociali, ambientali e culturali, ed in occasioni di emergenza sanitaria o di primo soccorso. Il tragico incidente ferroviario di Viareggio del giugno 2009 che, in seguito al deragliamento del treno merci carico di Gpl, ha distrutto la stazione e devastato l’intera area ha colpito anche il garage e parte del primo piano della sede, compresi i mezzi di soccorso, della Croce Verde. Nel 2009 la Fondazione BNL ha sostenuto l’acquisto di una nuova ambulanza per ripristinare le risorse colpite dalla tragedia.

 

Nel 2012, durante il sisma che ha colpito l’Emilia, la Fondazione BNL si è fatta promotrice, con il Comune di Torino e la Fondazione Specchio dei Tempi, del progetto Campus Biomedicale a Mirandola, una struttura in grado di ospitare un laboratorio scientifico destinato alla formazione dei futuri addetti del Distretto biomedicale. Il contributo della Fondazione BNL è stato indirizzato, in particolare, alle apparecchiature e alla dotazione informatica. L’inaugurazione del Campus è avvenuta il 20 maggio 2013, un anno esatto dalla prima scossa.

 

In seguito al terremoto che ha colpito Haiti nel 2010, la Fondazione BNL ha potuto concretizzare una presenza importante sull’isola con la creazione di un nuovo Reparto di maternità presso l’Ospedale Saint Damien di Haiti grazie alla Fondazione Francesca Rava, Onlus che sostiene l’infanzia in condizioni di disagio in Italia e nel mondo e che rappresenta N.P.H., l’organizzazione umanitaria internazionale fondata nel 1954 da Padre W. B. Wasson in difesa dei bambini orfani e abbandonati. La Fondazione BNL ha continuato nel 2012 la sua azione di sostegno coprendo le spese dei gas medicali e di altre attrezzature necessarie al funzionamento dei reparti di terapia intensiva neonatale e pediatrica dell’Ospedale S. Damien.

Nel 2014, la Fondazione BNL ha contribuito al “Progetto farmacia” promosso dalla Fondazione Rava con l’Università di Torino per l’avviamento di un laboratorio galenico di medicinali ad uso pediatrico anche oncologico all’interno della farmacia del Reparto di maternità dell’Ospedale di Haiti. Il programma ha permesso la definitiva introduzione del giusto dosaggio per bambini con la preparazione di capsule adatte e dosate efficacemente e la sostituzione delle vecchie sacche da flebo grandi con flaconi di vetro di dimensioni adeguate per la somministrazione di soluzioni sterili monouso.

X
X