BNL - BNP Paribas titolo 51.530 €+1.039 %

BNP PARIBAS loremipsumdolorloremip La banca per un mondo che cambia

La sostenibilità ambientale

L'attenzione, il rispetto e le iniziative per l'ambiente

Le attività di Energy Management

Il Gruppo BNP Paribas considera la lotta al cambiamento climatico una priorità assoluta in termini di responsabilità ambientale. La salvaguardia dell’ambiente si concretizza attraverso:

1. Utilizzo di tecnologie più pulite

2. Risparmio energetico

 

In merito all’utilizzo di tecnologie pulite, BNL ha introdotto nella propria policy aziendale l’utilizzo di gruppi frigo senza CFC (cloro fluoro carburi) ancor prima che ciò divenisse un obbligo di legge (il CFC è universalmente riconosciuto come una delle principali cause del buco dell’ozono).

Ha introdotto una politica di graduale e continuativa sostituzione dei riscaldamenti alimentati agasolio con moderni gruppi a metano (a parità di rendimento termico, l’emissione di CO2 in ambiente diminuisce del 26%).

Ha tra l’altro implementato svariati impianti da fonti rinnovabili che sfruttano sole e vento. Tra questi, fiore all’occhiello è sicuramente l’impianto fotovoltaico nella sede di Pratica di Mare a Roma (921 kWp).

Tra le iniziative più innovative si annovera l’installazione a Muravera (CA) di un prototipo di Bancomat ad alimentazione solare.

In merito al risparmio energetico, BNL ha introdotto una politica improntata al miglioramento continuo. Nel 2012 si è raggiunto un'importante riduzione dei consumi, pari circa al 6% rispetto all’anno 2011. Nel 2013 il consumo è ulteriormente diminuito del 12% rispetto all’anno precedente, con un conseguente saving di oltre 12.000 MWh, il che equivale ad una mancata emissione in ambiente di circa 5.280 tonnellate di CO2.

Per farsi un'idea di cosa significa, basti pensare che un albero d'alto fusto smaltisce circa 30 Kg di CO2 l'anno; questa mancata immissione in atmosfera coincide con l’aver piantato circa 170.000 nuovi alberi.

Per ottenere questo risultato sono state intraprese iniziative a livello locale e nazionale. A titolo esemplificativo e non esaustivo citiamo:

  • Green desktop (spegnimento ottimizzato dei PC negli orari di non lavoro)
  • Printing Optimization Model (POM): è stato ridotto il numero delle stampanti e ne sono stati introdotti modelli più efficienti. Questo ha portato ad un significativo risparmio sia energetico che di carta
  • Per ridurre il consumo energetico è stata anche applicata una pellicola antisolare sui palazzi di Direzione Generale

Inoltre è stato progettato, ed è attualmente in fase di realizzazione, un trigeneratore presso la sede di via degli Aldobrandeschi a Roma, il cui funzionamento a regime è previsto per l’estate 2014.

Il trigeneratore è un grosso motore che brucia metano e produce energia. È un sistema capace di produrre contestualmente energia elettrica, caldo e freddo. Ogni anno permetterà di risparmiare fino a 4.000 Ton/CO2. Questi interventi equivalgono al rimboschimento, ogni anno, di circa 133.000 alberi.

L’impianto, racchiuso in containers, sarà integrato all’interno dell’edificio. Avrà quindi un impatto estetico trascurabile, dando, al contempo, un contributo tangibile agli obiettivi ambientali BNL.

Nuova sede di BNL: un progetto eco sostenibile e tutto Made in Italy

A Roma, nell’area della stazione Tiburtina, funzionalità, sostenibilità e innovazione ispirano il progetto dell’edificio che dal 2017 ospiterà la direzione generale della banca

Il progetto, realizzato secondo i più moderni criteri strutturali ed architettonici, pone grande attenzione all’efficienza energetica, con sistemi a basso consumo idrico ed elettrico e illuminazione naturale modulata in funzione delle necessità.

Un campo fotovoltaico produrrà circa il 50% del fabbisogno energetico necessario per la climatizzazione dell’edificio e una vasca per la raccolta delle acque meteoriche alimenterà i servizi igienici e contribuirà ad irrigare le aree verdi.

Si stima una riduzione del 30% dei consumi energetici e si punta ai più alti livelli di certificazione LEED del Green Building Certification Institute (l’organismo statunitense per l’edilizia verde).

Gli uffici saranno più semplici e razionali e avranno spazi ideati per rispondere alle esigenze delle persone di BNL: asilo, palestra, ristorante aziendale tra i più grandi d’Italia per numero di pasti, auditorium, sale training, infermeria, parcheggi. Anche per gli interni si sceglieranno materiali rinnovabili ed ecocompatibili ed il design sarà ispirato all’efficienza, alla sobrietà e alla razionalità, che appartengono all’identità di BNL e del Gruppo.

Il complesso contribuirà a riqualificare e rivalutare la zona della stazione Tiburtina e rappresenta un importante segnale di fiducia e di impegno, contribuendo alla crescita economica e sociale del nostro Paese.

 

 

La BioEconomia: un settore in rapida espansione che ha il fulcro nell’agricoltura

La Bioeconomia è considerata dai governi di Europa, Stati Uniti e Cina la via maestra per garantire alle future generazioni sviluppo sostenibile, sicurezza alimentare e minore dipendenza dalle fonti fossili di energia. La Bioeconomia riguarda la trasformazione di risorse biologiche rinnovabili e di rifiuti biodegradabili in prodotti a valore aggiunto quali alimenti, mangimi, bioenergie, intermedi chimici e bioprodotti.

E’ un complesso di attività che ha il suo fulcro nell’agricoltura e che in Europa genera un fatturato di circa 2.000 miliardi di euro e dà lavoro a 22 milioni di persone (fonte Commissione Europea 2012).

BNL Gruppo BNP Paribas ha ideato un'offerta dedicata ai finanziamenti Green.

X
X