ECONOMIA CIRCOLARE

L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, con i Sustainable Development Goals (SDGs), pone l’attenzione sui limiti di alcune risorse naturali e la necessità di passare da una economia lineare ad un'economia circolare dove il consumo di risorse sia ridotto, i prodotti vengano riutilizzati, e i rifiuti riciclati. L’economia circolare è un’economia pensata per potersi rigenerare da sola ed i flussi di materiali sono di due tipi: biologici, in grado di essere reintegrati nella biosfera, e tecnici, destinati ad essere rivalorizzati senza entrare nella biosfera. L’economia circolare è un sistema in cui tutte le attività sono organizzate in modo che i rifiuti di qualcuno diventino risorse per qualcun’altro. Nell’economia lineare, terminato il consumo termina anche il ciclo del prodotto che diventa rifiuto.
BNL e BNP Paribas mirano a garantire che le attività di business della Banca portino allo sviluppo di un'economia circolare ovunque possibile, non aggravando quindi la scarsità di risorse naturali. BNP Paribas, quindi, ha approvato delle politiche interne per ridurre, riutilizzare e riciclare le forniture consumate dagli uffici nelle proprie sedi, con un focus su carta e apparecchiature informatiche, mobilio delle ex-sedi ed eccedenze della ristorazione aziendale.

BNL VINCE IL PREMIO SERR 2017 CON IL PROGETTO DI “RIUSO ECO-SOLIDALE” DEGLI ARREDI DELLE EX SEDI DI DIREZIONE GENERALE

800BNL, in collaborazione con Legambiente che ha curato il “ricollocamento” dei beni, ha donato ad associazioni, organizzazioni di volontariato, scuole e altre realtà selezionate beni aziendali in dismissione per finalità sociale. Questo progetto di "riuso ecosolidale" ha vinto il premio SERR della "Categoria Imprese". I numeri:

  • 300 le associazioni, onlus, cooperative sociali, scuole, enti religiosi e laici senza fini di lucro individuati
  • 100 le sedi a beneficiare, a titolo gratuito, di migliaia di beni

Le prime stime calcolate su un campione pari al 20% dei beni ci dicono che 239.605 kg di CO2 è stata risparmiata con un recupero di circa 3.872.316 mj di energia. Questo dato corrisponde, se convertito in KWH, a un risparmio in grado di coprire il fabbisogno energetico medio annuo di 630 persone. Lo stesso risparmio consentirebbe di far funzionare 3.585 lavatrici in classe A utilizzate 4 volte a settimana per lavaggi a 60°, su base annuale.  Il calcolo più preciso sarà disponibile non prima di metà aprile.

Le associazioni che ne hanno beneficiato

Per celebrare la buona riuscita di Riuso Ecosolidale abbiamo deciso di dare voce ad alcuni dei beneficiari che hanno scelto di raccontare qual è stato l’impiego del mobilio ricevuto in donazione come per esempio l’Associazione La Nuova Arca, promotrice del progetto "il Cammino", dedicato all’housing sociale, all’inclusione e all’inserimento lavorativo di donne in situazione di elevata vulnerabilità sociale, già accolte in case famiglia romane o provenienti da situazioni di difficoltà e svantaggio. Questo percorso, ci spiega Salvatore Carbone presidente della Cooperativa, consiste nella realizzazione di cinque appartamenti di vita autonoma nella Casa, di un Laboratorio di trasformazione e l’allestimento di un agrishop per la vendita di prodotti agricoli. Un progetto che coinvolgerà i gruppi di acquisto solidale della Capitale e del Lazio e che offrirà lavoro e formazione a mamme che potranno così conciliare il loro ruolo con quello di imprenditrici nel campo dell’economia solidale. http://www.lanuovaarca.org

L’integrazione è anche l’obiettivo dell’associazione Mio fratello è figlio unico, altra realtà beneficiaria nata dall’unione tra famiglie con bambini e ragazzi autistici e operatori del settore, mossi dalla necessità di individuare spazi di confronto e sostegno grazie ai quali consentire il costante miglioramento della vita di chi, spesso, è costretto all’isolamento, non solo psichico. Il mobilio ricevuto grazie al progetto Riuso Ecosolidale, racconta Alessandro Carella, presidente della Onlus, è stato impiegato per l’allestimento di uffici, il restyling di spazi comuni e la sistemazione di documenti istituzionali e materiale informativo. http://www.miofratelloefigliounico.it

Anche il Comitato Bassa Sabina dell’Associazione Italiana della Croce Rossa, ente con sede a Passo Corese che ha per scopo l’assistenza sanitaria e sociale, è tra i fruitori dell’operazione di riuso che ha consentito, come ci ha raccontato il responsabile Paolo Pezzotti, Presidente del Comitato Locale, di contribuire all’allestimento di una nuova sede operativa in fase di apertura. Nello stesso luogo, racconta Eleonora Di Felice, responsabile della segreteria, è inoltre attivo un Emporio Solidale nato per fornire supporto a persone in condizioni di marginalità sociale, grazie alla consegna di prodotti alimentari freschi e a lunga scadenza. Il desk che si trova oggi all'accoglienza è uno di quelli dismessi grazie all'operazione Riuso Ecosolidale. http://www.cribassasabina.it

Un buon esempio di sostenibilità
La nostra iniziativa su Roma ha dato il via a un filone che l’associazione ambientalista sta estendendo anche ad altre realtà imprenditoriali che dismettono beni nuovamente utilizzabili concedendogli una nuova chance e anche la nostra sede di Milano sta replicando una analoga operazione, in corso, per il materiale stoccato presso il sito di via Deruta nel corso del trasferimento delle Società del Gruppo presso Palazzo Diamante.

Lega ambiente logo“Siamo davvero lieti per l’avvio del progetto di 'Riuso eco-solidale' e siamo fortemente impegnati come Legambiente a garantire il migliore risultato possibile. Si tratta sicuramente di una delle più importanti iniziative di riutilizzo a fini sociali di beni aziendali in dismissione.”   Stefano Ciafani – Legambiente

PC E MATERIALE INFORMATICO: RIUSO ECO-SOLIDALE

riuso computerAll’interno delle consuete attività di dimissione  e di rinnovo dei beni informatici, abbiamo attivato una nuova collaborazione con una impresa sociale particolarmente sensibile sia alle tematiche green che sociali: Vesti Solidale.

La cooperativa sociale che dal 1998 opera senza fine di lucro (ONLUS) nell’ambito di prestazioni di servizi alla persona, ambientali e sociali, attraverso la creazione di nuova occupazione per le fasce deboli della popolazione e con progettualità finalizzate alla tutela dell’ambiente.

Quasi mille tra desktop, monitor e stampanti saranno avviati a riutilizzo creando nuovi posti di lavoro e generando risorse economiche da destinare a progetti sociali.

RISTORAZIONE AZIENDALE: DONAZIONE PASTI IN ECCEDENZA 

donazione panzi in eccedenzaGrazie all’impegno di Elior, gestore della ristorazione aziendale di Orizzonte Europa, recupereremo giornalmente circa 25 pasti in eccedenza per donarli alla “Parrocchia San Romano Martire” nei pressi della nostra sede.

BNL con questa iniziativa vuole contribuire a contrastare gli sprechi e ad essere un sostegno per l’inclusione.

Dimezzare lo spreco pro capite globale di rifiuti alimentari nella vendita al dettaglio e dei consumatori e ridurre le perdite di cibo lungo le filiere di produzione e fornitura, comprese le perdite post-raccolto è uno degli obiettivi di sviluppo sostenibile ONU e parte degli impegni globali per la lotta alla fame.