BNL ha attivato una partnership con la Fondazione MAXXI per sviluppare le attività educative del Museo MAXXI che si svolgeranno nel corso del 2017.
Grazie a questa collaborazione, infatti, verranno realizzati gratuitamente una serie di laboratori dedicati a bambini e ragazzi per coinvolgerli nel mondo dell’arte e, soprattutto, per avvicinarli all’arte contemporanea.

Si tratta di progetti diversificati che prevedono insieme ai ragazzi la partecipazione delle scuole o delle famiglie: i laboratori Ars In Fabula animati dalle storie raccontate da un educatore a cui un illustratore darà forma e vita con il disegno; Let’s play with contemporary art! interamente in lingua inglese e suddivisi in due parti: la visita-esplorazione alla Collezione permanente e il “laboratorio del fare”; Maxxi in Famiglia per scoprire e comprendere le opere delle diverse mostre in corso al MAXXI con un approccio sperimentale e “hands on”. Grandi e piccini avranno la possibilità di scoprire il lavoro di artisti, architetti e designer esplorando le mostre e rielaborandone idee, oggetti e immagini.

Inoltre, il MAXXI realizzerà, grazie al contributo di BNL, il Kid museum, un percorso speciale per i più piccoli (5-10 anni) che si inserisce all’interno delle mostre con dispositivi e supporti espositivi dedicati e strumenti didattici proporzionati alle esigenze dei giovani visitatori. Un museo per i bambini raccontato dai bambini con didascalie e pannelli ad altezza adatta per i più piccoli e una brochure provvista di matite colorate distribuita gratuita presso l’infopoint del Museo.
Infine BNL promuoverà i Kids Art Days BNL, week end durante i quali  i piccoli visitatori verranno introdotti all’arte contemporanea in modo accessibile e coinvolgente grazie al gallery game, un album-gioco sulle collezioni del MAXXI da usare in mostra per scoprire le opere del Kids Museum disegnando, tagliando e incollando.

Con il sostegno a questa iniziativa, BNL conferma la volontà di investire sul futuro, sulla creatività e sulla conoscenza delle nuove generazioni, nella convinzione che ciò rappresenti un fattore fondamentale per accrescere non solo il benessere individuale ma anche quello della società nella quale i più piccoli saranno i cittadini di domani.

Photo Gianfranco Fortuna, Courtesy Fondazione MAXXI