Dopo 6 anni di ricorsi, ostacoli burocratici e lavori di restauro e risanamento conservativo, il 21 settembre riapre a Roma il Cinema Troisi, un progetto dell’Associazione Piccolo America fortemente sostenuto da BNL gruppo BNP Paribas. Viene così restituito alla città una delle sue sale storiche, nel cuore di Trastevere. Progettato nel 1933 dal giovane architetto Luigi Moretti e inaugurato nel 1937, Il Cinema Troisi è da subito riconosciuto come un modello di riferimento per strutture analoghe nel resto del Paese. Dopo molteplici trasformazioni d’uso, la sala cinematografica nel 1997 viene ristrutturata e cambia il nome da Cinema Induno a Sala Troisi, senza però preservare le peculiarità storico-architettoniche della struttura. Nel 2015 Roma Capitale rientra in possesso dell’immobile con uno sgombero forzoso e ne concede la gestione, mediante bando pubblico, all’Associazione Piccolo America, che si impegna in un’opera di regolarizzazione urbanistica e catastale e in un intervento di restauro e risanamento conservativo con la supervisione della Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma.

Concesso da Roma Capitale mediante bando pubblico – Il nuovo Cinema Troisi sarà uno spazio unico nel panorama europeo: una sala da 300 posti dotata delle tecnologie di proiezione più all’avanguardia, e un’aula studio-biblioteca con 80 postazioni aperta e fruibile 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno.

Ad inaugurare il Cinema Troisi, uno dei titoli più attesi (e discussi) delle ultime stagioni: la Palma d’oro dell’ultimo Festival di Cannes, Titane di Julia Ducournau. Il film, accompagnato a Roma dalla regista e dai protagonisti Agathe Rousselle e Vincent Lindon, sarà presentato in versione originale con sottotitoli in italiano in anteprima e in esclusiva nazionale

Il sostegno al Cinema Troisi, che segue il recente intervento in favore del restauro di un'altra sala storica di Roma l’Azzurro Scipioni, dimostra l’attenzione costante di BNL nei confronti del cinema che da oltre 80 anni supporta in tutte le sue fasi realizzative, sostenendolo sia attraverso l’erogazione di strumenti creditizi e agevolativi ma anche nelle fasi di ideazione, realizzazione e distribuzione dei film fino alle ristrutturazioni delle sale di proiezione.

L’interesse della Banca per il cinema prosegue anche sul web, con il portale welovecinema.it dedicato a chi il cinema “lo fa, lo ama e lo racconta” –– le pagine social Facebook (facebook.com/WeLoveCinemaITA) e Twitter (@WeCinema).