L'impegno solidale della Fondazione BNL

La Fondazione BNL è costantemente impegnata a favore delle Onlus e delle Associazioni di settore più sensibili ed attente ai temi della solidarietà e dell’accoglienza. Una quota significativa dei contributi totali deliberati dalla Fondazione (oltre il 35%) viene indirizzata in favore delle fasce più deboli e dei disagiati, degli anziani e dei migranti, dei tossicodipendenti e degli emarginati, per assicurare loro alternative di riscatto sociale e prospettive di vita migliori.

 

La Fondazione BNL rinnova la propria vicinanza alle attività umanitarie dell’Associazione Centro Astalli – che ogni anno risponde ai bisogni di oltre 40.000 migranti – grazie all’importante contribuito indirizzato alla riqualificazione dei locali di Roma del Centro d’ascolto socio-legale, uno “sportello” di orientamento e consulenza per i rifugiati ed i richiedenti asilo inaugurato lo scorso maggio alla presenza del Santo Padre.Una vicinanza concreta testimoniata da tempo con diversi interventi negli anni volti a fronteggiare le emergenze di prima accoglienza e le nuove sfide imposte dai repentini cambiamenti negli equilibri della congiuntura geo-politica. La Fondazione BNL, dopo aver contribuito alla ristrutturazione del Centro di accoglienza per i profughi di Catania del Centro Astalli ed all’ammodernamento dei locali della Mensa di Via degli Astalli e di San Saba in Roma, ha partecipato anche alla realizzazione degli interventi a sostegno del Piano straordinario di prima accoglienza attivato per l’emergenza profughi della Capitale.

Il Centro Astalli da oltre trent’anni è impegnato in numerose attività e servizi con l’obiettivo di accompagnare, soccorrere e difendere le persone che arrivano in Italia in fuga da guerre, dittature o violenze. Negli anni il Centro ha ampliato l’offerta di servizi rispondendo ai bisogni di oltre 35mila migranti che trovano accoglienza nelle sedi di Roma, Vicenza, Trento, Catania e Palermo, di cui circa 21.000 persone solo nella sede di Roma. Dopo aver contribuito nel 2008 alla ristrutturazione del Centro di accoglienza per profughi Catania, nel 2009 al rinnovo dei locali della mensa di Roma e nel 2011 alla riqualificazione del Centro San Saba di Roma, la Fondazione BNL ha sostenuto nel 2013 il piano straordinario di prima accoglienza attivato dal Centro di Roma per assicurare pasti giornalieri e servizi igienici ai rifugiati chiedenti asilo.

Nel 2016 Fondazione BNL ha contribuito alla ristrutturazione del Centro del Collegio Romano e nel 2017 al completo e necessario adeguamento dei locali (compresa cucina, deposito e bagni) della Mensa sociale di Via degli Astalli, cuore storico dell'Associazione e primo approdo per molti rifugiati nella capitale con 60.000 pasti all'anno ad oltre 5.000 rifugiati e richiedenti asilo.

Nel 2016 la Fondazione BNL ha contribuito a favore della Comunità di Sant'Egidio per la Casa Alloggio della Garbatella per anziani.
Nel 2012 ha contribuito a ristrutturare i locali presso l’ex Ospedale San Gallicano di Roma adibiti a Centro di ascolto per anziani “Telefono della solidarietà”, attivo dal 1984.
Precedentemente, la Fondazione BNL ha sostenuto importanti lavori di ristrutturazione attraverso tre diversi interventi - nel 2007, 2009 e 2010 - indirizzati, rispettivamente, alla Casa alloggio per anziani, alla Mensa di via Dandolo ed ai locali ex San Gallicano adibiti a call center e centrale operativa per il monitoraggio degli anziani di Roma.

Visto il flusso crescente di rifugiati su Roma (solo nel 2015 sono stati accolti oltre 5.000 cittadini soggetti a protezione internazionale) e per rispondere alle urgenti necessità, nel 2017 la Comunità ha deciso di aprire il nuovo Centro di Accoglilenza "Genti di Pae" - in grado diospitare 4.5000 rifugiati l'anno - ed alla cui realizzazione la Fondazione BNL ha dato ancora una volta il suo contributo determinante.

La Comunità di Sant’Egidio nasce a Roma nel 1968, all’indomani del Concilio Vaticano II ed oggi è un movimento, a cui aderiscono più di 60.000 persone, impegnato nella comunicazione del Vangelo e nella carità a Roma, in Italia e in 73 paesi dei diversi continenti.

 

La Fondazione BNL ha sostenuto l’Associazione Libera di Don Luigi Ciotti partecipando a tre diversi interventi.
Nel 2010 ha contribuito alla ristrutturazione del caseificio Le Terre di Don Peppe Diana a Castel Volturno.
Nel 2012 ha sostenuto i costi per l’acquisto di alcune attrezzature agricole per una nuova cooperativa sociale che gestisce le coltivazioni di terreni nel Comune di Naro, in provincia di Agrigento, offrendo opportunità di formazione professionale ai giovani del luogo.
L’intervento del 2013 riguarda l’acquisto di tre pulmini destinati agli spostamenti tra Puglia, Calabria e Sicilia. Nelle terre confiscate alla criminalità sono così sorte attività gestite da diverse cooperative la cui attività richiede spostamenti del personale addetto e soprattutto dei destinatari dell’attività.

L’Associazione svolge durante tutto il corso dell’anno una consistente campagna di sensibilizzazione e di educazione alla legalità presso le scuole del territorio.
Nel 2015 la Fondazione BNL ha partecipato alla campagna “La legalità mette radici” promossa da Libera in occasione dei 20 anni di attività solidale contribuendo al ripristino del bacino idrico della Cooperativa Beppe Montana di Lentini (Siracusa) nell’ambito delle attività produttive del Consorzio Libera Terra Mediterraneo, operante in Sicilia, Calabria, Puglia e Campania (Placido Rizzotto, Valle del Marro, Pio La Torre, Beppe Montana, Terre di Puglia, Rosario Livatino, Terre di don Peppe Diana, Terre Joniche e Rita Atria).

 

Dal 1978, la Comunità San Patrignano, che ha nel cuore l’assistenza ed il recupero dei tossicodipendenti, è cresciuta fino a realizzare servizi per le diverse attività dei laboratori professionali che gradualmente venivano avviate.
Nel 2013 è stato avviato il Progetto di ampliamento e arredo di un edificio per migliorare la capacità ricettiva e assicurare il successo del percorso riabilitativo a cui ha contribuito la Fondazione BNL.
Nel 2008 la Fondazione ha sostenuto l’ammodernamento del laboratorio di panificazione e arti bianche dedicato al consumo interno della Comunità e alla riqualificazione lavorativa dei ragazzi.
Si è anche occupata della sistemazione degli arredi per la struttura residenziale nel 2013 all’acquisto di attrezzature per l’Auditorium nel 2014 fino al rinnovo degli impianti di condizionamento delle cucine nel 2015.

Da anni la Caritas, punto di riferimento di fasce deboli e precarie, dedica particolare attenzione anche all’accoglienza e integrazione di immigrati, rifugiati, richiedenti asilo politico. 

La Fondazione BNL ha contribuito a sostenere la Caritas Diocesana di Roma con due diversi interventi.
Nel 2011ha partecipato alla realizzazione del progetto di riqualificazione dell’Ostello Don Luigi di Liegro” alla Stazione Termini, inaugurato nel dicembre 2015, prima esperienza in Italia di centro di accoglienza per i senza fissa dimora, e nel 2013 ha contribuito ai lavori di ristrutturazione del Centro di Accoglienza Ferrhoteldi, via del Mandrione a Roma, dedicato all’assistenza sanitaria, legale e psico-sociale ed all’accoglienza dei rifugiati e richiedenti asilo politico, in grado di offrire loro prospettive e opportunità concrete di reinserimento nel mondo del lavoro attraverso i diversi programmi e i corsi di qualifica professionale.
Con un terzo intervento, nel 2014, la Fondazione BNL ha contribuito alla sostituzione dell’impianto di condizionamento/riscaldamento dei locali della Mensa Giovanni Paolo II di via delle Sette Sale a Colle Oppio.

 

L’Associazione Itaca nasce a Roma nel 2010 come costola del Progetto Itaca costituito a Milano nel 1999 con lo scopo di supportare persone affette da disturbi della salute mentale attraverso iniziative e progetti di prevenzione, supporto, riabilitazione e reinserimento lavorativo e di sostegno alle loro famiglie.
Nel 2014 la Fondazione BNL ha sostenuto il progetto di riconversione dei vecchi locali garage di Roma con l’acquisto delle attrezzature specifiche per convertirli in laboratori di falegnameria e tappezzeria per attività creative e corsi di formazione professionale.
Precedentemente, la Fondazione BNL ha contributo nel 2010 alla ristrutturazione della Clubhouse, una struttura diurna gestita con la formula del Club dove i giovani tra i 18 e i 35 anni affetti da gravi malattie mentali lavorano all’interno di varie unità organizzative e attività interne finalizzate all’accrescimento dell’autonomia sociale e lavorativa.

 

Area Onlus nasce nel 1982 a Torino dall’impegno di un gruppo di persone con lo scopo di aiutare i ragazzi disabili e le loro famiglie con attività diurne di formazione e intrattenimento per ragazzi, colloqui psicologici e di orientamento, attività di documentazione e sensibilizzazione del contesto esterno ai problemi della disabilità.
Nel 2014 la Fondazione BNL ha sostenuto la riqualificazione dei locali adibiti agli incontri con i genitori mediante la realizzazione di una sala multimediale per le attività dei ragazzi.
Precedentemente, la Fondazione BNL ha contribuito nel 2008 al rinnovo ed all’implementazione della strumentazione informatica per il dipartimento mediateca e nel 2011 all’acquisto delle attrezzature per il progetto “Zoom: fotografia e cinema incontrano la disabilità”.

 

La Fondazione BNL ha inoltre affiancato la Banca in due diversi progetti sostenuti nell’ambito della sua attività di Responsabilità Sociale d’impresa.

Nel 2010 ha aderito al progetto di inserimento lavorativo promosso dalla Cooperativa Terra del Fuoco a Torino con l’acquisto di un furgone e di un forno essiccatore e successivamente nel 2012 ha sostenuto l’acquisto di un furgone e un kit per il collaudo di impianti elettrici/fotovoltaici.

Su iniziativa del Centro italiano di Solidarietà di Don Picchi, che offre una rete di servizi di ascolto, accoglienza e reinserimento, la Fondazione BNL ha sostenuto nel 2013 il Progetto Patres dedicato ai padri separati o divorziati, fenomeno sociale in forte ascesa negli ultimi anni.
Spesso al problema economico si aggiunge quello legato alla difficoltà di instaurare rapporti con i propri figli non disponendo in molti casi di un alloggio dignitoso.

Precedentemente, nel 2006, la Fondazione BNL ha partecipato all’acquisto di autovetture adibite al trasporto di malati di HIV e medicinali come nel 2008 alla ristrutturazione di alcuni locali della Comunità Nuova, servizio residenziale dedicato agli utenti a doppia diagnosi, e nel 2010 ai costi per la ristrutturazione della mensa sociale del Centro.


L’Istituto religioso Oblate di Nazareth nasce nel 1956 con lo scopo di assistere ed educare i ragazzi, in particolare i meno abbienti, gli orfani abbandonati e le persone anziane.
Le attività vengono svolte nelle Case di Alberobello, Martina Franca, Roma e Francavilla Fontana (BR).
Nel corso degli anni, in particolare nella sua attività di Francavilla Fontana, l’Istituto è cresciuto fino a diventare un importante punto di riferimento per l’assistenza socio-assistenziale di donne anziane, molte delle quali in gravi difficoltà economiche.
Nel 2013 la Fondazione BNL ha contribuito ai lavori di ristrutturazione della struttura di Francavilla di proprietà dell’Istituto, dedicata all’accoglienza e alla cura delle persone anziane anche attraverso attività che consentano loro di mantenere il più a lungo possibile indipendenza e capacità di autonomia.

Il Gruppo Exodus fondato da Don Antonio Mazzi nasce nel 1984 all’interno dell’Opera Don Calabria e la Congregazione Poveri Servi della Divina Provvidenza, per poi costituirsi in Fondazione nel 1996 con lo scopo di supportare giovani con problemi di dipendenze, disagio e rischio di esclusione sociale attraverso iniziative di accoglienza, riabilitazione e formazione.

Con 40 Centri in Italia, che ospitano circa 900 persone l’anno, e percorsi formativi per genitori ed insegnanti per oltre 3000 persone l’anno, è presente in sette Paesi del Sud del mondo (Brasile, Paraguay, Argentina, Honduras, Ucraina, Etiopia e Madagascar) attraverso progetti di cooperazione.

Nel 2013 la Fondazione BNL ha contribuito alla realizzazione di un nuovo Centro Giovanile nell’immobile (ex “Capanna dello Zio Tom”) affidato dal Comune di Milano all’interno del Parco Lambro con ambienti e aree riqualificati dedicati ai giovani e allo sport.

 

 

La Caritas della Parrocchia Cattedrale di Bari, punto di riferimento per l’accoglienza dei bisognosi e dei senza fissa dimora, oltre ad offrire una prima assistenza sanitaria svolge un importante servizio di mensa nei locali attigui la Chiesa di S. Giacomo nel centro storico.
Per ampliare e migliorare il servizio, la Fondazione BNL ha contribuito nel 2012 alla ristrutturazione ed ammodernamento dei nuovi locali adiacenti la Chiesa di S. Chiara, con il completamento dei lavori della cucina e delle attrezzature necessarie.

L’Associazione Altramente nasce nel 2009 con lo scopo di contribuire alla crescita sociale e civile del paese e si rivolge in particolare ai giovani, agli studenti e agli operatori sociali più svantaggiati.
Nel tentativo di limitare il fenomeno degli abbandoni scolastici nasce il progetto “Soccorso Scolastico” che attraverso percorsi formativi è indirizzato a studenti delle scuole elementari e medie di diversi Municipi del Comune di Roma e ad una scuola del quartiere Esquilino, frequentata da bambini stranieri con gravi difficoltà con la lingua italiana. Nel 2011 la Fondazione BNL ha contribuito all’acquisto di materiali didattici e attrezzature scolastiche necessarie allo svolgimento delle attività dell’associazione.

 

L’Associazione Antigone per i diritti e le garanzie nel sistema penale nasce alla fine degli anni ottanta per promuovere azioni di miglioramento delle condizioni dei carcerati ed elaborare dibattiti sul modello di legalità penale e processuale.

Nel 2011, con l’acquisto di macchinari per la lavorazione dell’alluminio, la Fondazione BNL ha aderito al progetto di reinserimento sociale dei detenuti già impegnati nelle lavorazioni metalliche dell’officina di carpenteria presente all’interno del carcere di Rebibbia, creando così prospettive ed opportunità di lavoro ai detenuti meritevoli.